Whistleblower

In questa Sezione di Amministrazione Trasparente, l’Azienda mette a disposizione dei dipendenti e delle terze parti gli strumenti previsti dalla Legge n. 190/2012 finalizzati alla segnalazione protetta di violazioni di leggi o regolamenti, nonché di reati, casi di corruzione, frode o altre situazioni di pericolo per la salute e la sicurezza pubblica.

Dal 30 marzo 2023 è entrato in vigore il decreto legislativo 10 marzo 2023 n. 24 che recepisce nel nostro ordinamento la direttiva (UE)
2019/1937 del Parlamento Europeo e del Consiglio riguardante la protezione delle persone che segnalano violazioni di disposizioni
normative.
Come prevede l’art. 24 del decreto 24/23 le nuove norme hanno effetto a decorrere dal 15 luglio 2023.
La nuova disciplina prevede 3 diversi canali di segnalazione: interno (art. 4 D.lgs n. 24/23), esterno ( artt. 6 e 7 D.lgs n. 24/23) e tramite
divulgazione pubblica ( art. 15 D.lgs n. 24/23).
Il canale di segnalazione interno di cui è dotata la Asl Medio Campidano è stato strutturato fin dalla sua nascita nel seguente modo:
•       la segnalazione viene fatta attraverso la compilazione di un questionario e può essere inviata in forma anonima. Se anonima, sarà
presa in carico solo se adeguatamente circostanziata;
•       la segnalazione viene ricevuta dal Responsabile per la Prevenzione della Corruzione (RPC) e da lui gestita mantenendo il dovere di
confidenzialità nei confronti del segnalante;
•       nel momento dell’invio della segnalazione, il segnalante riceve un codice numerico di 16 cifre che deve conservare per poter accedere
nuovamente alla segnalazione, verificare la risposta dell’RPC e dialogare rispondendo a richieste di chiarimenti o approfondimenti;
•       la segnalazione può essere fatta da qualsiasi dispositivo digitale (pc, tablet, smartphone) sia dall’interno dell’ente che dal suo esterno.
La tutela dell’anonimato è garantita in ogni circostanza.
Si segnala che, in conformità alla nuova disciplina,  sono state apportate le seguenti modifiche.
– Aggiornamento dell’ambito soggettivo del questionario con la previsione di tutte le tipologie di soggetti legittimati ad inviare una
segnalazione;
– Aggiornamento dell’ambito oggettivo del questionario con la previsione delle nuove fattispecie di illecito previste dalla normativa;
– Modifica dei termini di scadenza delle nuove segnalazioni che vengono ridotti da 18 a 12 mesi. Le segnalazioni precedenti manterranno la
scadenza già assegnata.
Si specifica che chi intende presentare una segnalazione, affinché questa venga trattata come whistleblowing, dovrà specificare la volontà
di  mantenere riservata la propria identità e beneficiare delle tutele previste nel caso di eventuali ritorsioni.
La scelta del canale di segnalazione non è più rimessa alla discrezione del whistleblower in quanto in via prioritaria è favorito l’utilizzo del
canale interno e, solo al ricorrere di una delle condizioni di cui all’art. 6, è possibile effettuare una segnalazione esterna.
L’autorità competente per le segnalazioni esterne è l’ANAC, la quale ha pubblicato le Linee Guida finalizzate a dare indicazioni per la modalità di presentazione delle istanze.

Le segnalazioni possono essere inviate all’indirizzo web:     https://aslmediocampidano.whistleblowing.it/

 

Invia una segnalazione:
https://aslmediocampidano.whistleblowing.it/

Documenti

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

21 Dicembre, 2021